mercoledì , 14 Aprile 2021

Rendere subito le Isole Egadi “mete sicure” con il vaccino Johnson & Johnson

L’auspicio è che il piano vaccinale nazionale prosegua senza nessun intoppo per consentire alla macchina del turismo di ripartire. Lo scorso anno durante la stagione estiva – dice il Presidente Saladino – non si è registrato nessun contagio sulle Isole Egadi. Quest’anno con il vantaggio di avere il vaccino, siamo fiduciosi che si possa tornare pian piano alla normalità grazie anche all’aeroporto di Birgi che con l’impegno del Presidente Ombra, sta ripartendo con diversi voli. Le nostre isole sono sempre una meta turistica molto apprezzata, già sono in tanti in  queste settimane che chiedono informazioni e preventivi per organizzare le proprie vacanze.

L’idea di vaccinare tutti gli isolani al più presto, per rendere le Isole Egadi “mete sicure” la trovo necessaria . L’importanza è che sia somministrato il vaccino Johnson & Johnson perché non richiede il  secondo richiamo. Questo lo dico, soprattutto, per tutti gli operatori turistici delle Isole che nel bel mezzo della stagione avrebbero forti difficoltà ad assentarsi dal lavoro per una seconda dose ( vedi Pfizer e Astrazeneca) considerato il fatto che a qualcuno potrebbe causare qualche effetto collaterale come la febbre per qualche giorno.

Un’altra proposta che lanciamo è “lo smart working dalle Isole Egadi”. Quale location migliore delle nostre Isole, per chi è costretto  a lavorare da casa. I nostri operatori turistici sono pronti  anche a queste opportunità. 

Inoltre proponiamo all’amministrazione comunale di promuovere un “turismo green” con il  “Plogging”,  un’attività sportiva nata in Svezia che ha raggiunto un discreto successo e  che consiste nel ripulire strade e sentieri durante la corsa.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Covid: manifestazioni a Roma e l’ombra di Forza Nuova

L’Italia scende in piazza per opporsi alle restrizioni e alle chiusure. Nella prima mattinata hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *