mercoledì , 14 Aprile 2021

BENI CONFISCATI, CAPUTO (FI) PRESENTA PROPOSTA DI LEGGE PER SOSTEGNO ALLE AZIENDE DISSEQUESTRATE

Il deputato regionale di Forza Italia all’Ars, Mario Caputo, ha presentato un progetto di legge da proporre al Parlamento nazionale, ai sensi dell’Art.18 dello Statuto Regionale, recante disposizioni per l’istituzione di un fondo di solidarietà presso il Ministero del Tesoro, in favore delle imprese confiscate alla criminalità organizzata e dissequestrate. Scopo dell’iniziativa è quello di sostenere le aziende dissequestrate con provvedimento irrevocabile, che versano in grave situazione economica e finanziaria, tale da rischiare la chiusura definitiva dell’attività. Il fondo prevede l’erogazione di contributi in favore di soggetti che esercitano attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica. L’erogazione dei contributi a fondo perduto e non pignorabile avverrebbe tramite speciali istituiti bancari. Gli stessi dovrebbero essere accreditati su conti con vincolo di destinazione. L’importo del contributo è commisurato all’effettivo danno patito dall’impresa.

“Molte realtà imprenditoriali – dichiara Caputo – anche dopo il dissequestro, faticano a mantenere operativa la propria attività. Tale situazione determina gravissime ricadute non solo per l’economia, ma anche per l’occupazione. Il pericolo infatti è che dopo il provvedimento di dissequestro, l’imprenditore chiuda l’attività, con la conseguente perdita di posti di lavoro e aumento della disoccupazione. Ciò è già stato accertato da una casistica varia. Non c’è dubbio che le misure di sequestro e confisca rappresentano un importante strumento di contrasto alla criminalità organizzata, ma è necessario sostenere le aziende dopo il dissequestro, proprio per evitare il fallimento e le conseguenze occupazionali”.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Covid: manifestazioni a Roma e l’ombra di Forza Nuova

L’Italia scende in piazza per opporsi alle restrizioni e alle chiusure. Nella prima mattinata hanno …