martedì , 23 Luglio 2024

Massimo D’Aguanno: 22 anni di carriera nel settore enologico

22 anni di carriera nel settore enologico per Massimo D’Aguanno
A Luglio del 1998 il suo primo approccio al mondo delle cantine siciliane grazie al Presidente di sezione arbitrale Diego Montalto. Un padre che lo ha seguito anche nel suo percorso arbitrale fino alla massima serie nazionale. L’enologo Montalto ha lasciato un ottimo ricordo anche tra i tecnici del settore grazie alle sue grandi doti umane e professionali. Il suo primo passo presso l’Enodoro di Marsala dove comincia ad occuparsi prima di consegne su tutto il territorio siciliano e poi di vendite di prodotti per l’enologia. E’ stata una grande e utilissima gavetta all’interno di una bella squadra dove Massimo Doro amministratore della Societa’ ha contribuito ad affinarlo in un campo lavorativo difficile ma anche accattivante e stimolante. Dal 2005 la sua seconda esperienza presso l’Hts enologia amministrata dall’Enologo Luigi Scavone, un esperienza determinante che gli permette di capire meglio le sue attitudini tecniche e commerciali. In questi anni fino al 2009 determinante l’apporto all’azienda che gli permette anche di occuparsi, oltre che delle vendite, della nascita dei nuovi prodotti a marchio e delle ultime novita’ nel campo della filtrazione. Nel 2010 un ulteriore esperienza presso la Imex Italia amministrata dall’enologo Vito Marino, un passaggio in un periodo difficile per l’economia mondiale e del settore a causa della crisi finanziaria del 2009 che ha portato ad una notevole contrazione dei consumi nel mercato del vino. Questa ulteriore esperienza da lavoratore dipendente in azienda privata diventa determinante per Massimo D’Aguanno che prende coscienza che ormai dopo 15 anni di attivita’ c’erano tutte le condizioni per dotarsi di coraggio ed intraprendere un attivita’ in proprio…Nasce cosi a Gennaio del 2014 la MDR Massimo D’Aguanno Rappresentanze che si pone l’obiettivo di concretizzare e mettere a frutto tutta un esperienza findamentale per le conoscenze tecniche e di mercato sempre piu in evoluzione e sempre piu’ orientato ad una qualita’ dei vini che e’ propedeutica per il successo siciliano nel mondo . Arrivano le prime gratificazioni con contratti di agenzia con importanti aziende come la Colombin Sugheri, la Erbsloh prodotti biotecnologici , con la Ricap capsule e altre aziende che poi la Mdr ha cominciato a selezionare e ad integrare puntando sempre piu’ sulla qualita’ e l’affidabilita’.
Oggi la MDR si fregia di essere tra le Agenzie Enologiche piu importanti , giovani e dinamiche del territorio, rappresentando multinazionali come la Pall Corporation divisione filtri , la Zignago Vetri, la Erbsloh biotecnologie, la Cordenons Italia strati filtranti per vino e olio , la Pulltex accessori enologici, l’Atlas Copco compressori e generatori di Azoto, e la Sanfaustino Label etichette enologiche e industriali. Oggi la MDR e’ anche dotata di un magazzino che permette la pronta consegna ed un servizio celere ed immediato viste le esigenze dei suoi clienti. Tutto in vista di una prossima vendemmia che si presume ricca di quantita’ e qualita’ e che nonostante il post covid lascia presagire una ripresa che finalmente potra’ dare respiro ad un comparto agricolo e vitivinicolo che tanto negli ultimi mesi ha sofferto. Un settore che visto lo stato eccellente delle uve al momento in vigna e’ nelle condizioni di dare quella spallata positiva per mettere il passato tra i ricordi, e puntare sempre di piu’ ad un futuro ricco di rilancio e di grandi soffisfazioni.
Massimo D”Aguanno e la sua MDR sanno bene che alla fine saranno sempre i sogni a fare la diferenza. E i grandi traguardi sono il frutto di sognatori che non si sono mai arresi. In bocca al lupo agli agricoltori, alle cantine e a tutti gli operatori del settore affinche’ questa vendemmia possa essere preludio di un immediato successo per tutti noi che amiamo questo meraviglioso prodotto chiamato Vino.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Rifiuti date alle fiamme. Condanna pesante per un marsalese colto in flagranza di reato dalla Polizia Municipale

Un anno e cinque mesi di reclusione. È la condanna subita da un 65enne marsalese …