martedì , 7 Aprile 2020

Coronavirus, Mancuso (FI): Perché i call center restano aperti?

“A seguito della pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM 8 marzo 2020) che obbliga per motivi di sicurezza la chiusura di innumerevoli attività, lavorative e ricreative, c’è un settore su cui si sta lasciando mano libera perché non compete al pubblico bensì al privato: mi riferisco ai Call Center, i quali però rappresentano a nostro avviso un luogo altamente a rischio contagio. Parliamo di locali condizionati ma spesso non arieggiati, in cui c’è un agglomerato umano notevole, a meno di 1 metro di distanza tra loro. È vero che le aziende legate a tali strutture subirebbero un danno enorme, così come lo sta subendo il mondo degli albergatori, della ristorazione, della cultura e chi più ne ha ne metta. Però, è anche vero che previa rassicurazione da parte del Governo nazionale e regionale, a cui chiediamo conforto, occorre una presa d’atto dell’emergenza è imporre una chiusura momentanea dei Call Center”. Così afferma il deputato di Forza Italia all’Assemblea Regionale Siciliana, on. Michele Mancuso.

“Siamo vicini ai lavoratori e alle aziende private – conclude il Parlamentare. Siamo pronti a presentare qualsiasi proposta di sostegno al Governo regionale e nazionale, ma esortiamo gli organi competenti a intervenire. Questo è un potenziale focolaio incontrollabile. Le settimane che verranno sono le più importanti per evitare che il contagio diventi pandemia. Usiamo il buon senso”.

A proposito di Nicola Donato

Nutrii la passione per il giornalismo fin da piccolo. A scuola, infatti, fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". Era una raccolta di ricerche e temi svolti durante l'attività scolastica. Nei primi anni '90, ancora minorenne, appoggiai mio padre nella conduzione di programmi radiofonici di carattere sportivo. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Scrivevo per un quotidiano di carattere provinciale dal nome "Il Corriere Trapanese". Iniziai, subito dopo, a condurre trasmissioni televisive di sport presso l'emittente marsalese "Canale 2" occupandomi anche delle telecronache del Marsala calcio. Dal 2014 sono direttore della rivista periodica "Leggo Città Marsala" e dall'ambito sportivo sono passato ad occuparmi anche di politica e cronaca. (www.leggocittamarsala.it). Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore.

Vedi anche

Emergenza Coronavirus: controlli serrati della Polizia di Stato

Numerosissimi i “controlli su strada” effettuati dalla Polizia di Stato in provincia di Trapani per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *