martedì , 28 Giugno 2022

Limitazioni per Coronavirus. Scheda di censimento del contagio

Il Coronavirus (COVID-19), nonostante la bassa percentuale di mortalità e nonostante sia risultato fatale per chi già affetto da altre patologie o in condizioni già precarie, sta creando grandi situazioni di disagio nel nostro paese e non solo, a causa della velocità con la quale si sta diffondendo.
In Lombardia sono stati riscontrati più di 2000 casi di contagio, il che ha portato le autorità a prendere le dovute precauzioni chiudendo scuole, università ed uffici al fine di contenere il contagio.
A Milano, onde evitare di arrestare completamente l’economia dell’intera metropoli, è stata data la concessione, a chi nella possibilità, di continuare la propria attività nelle mura domestiche. Molte altre città del nord ne hanno seguito l’esempio.

Solo due giorni fa (il 4 marzo) il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato il decreto per la sospensione delle attività didattiche dal 5 al 15 marzo in tutto lo stivale, riservandosi la possibilità di prolungare la sospensione.
Il decreto in particolare, all’art. 1 lett. d) prevede la sospensione delle attività didattiche congiuntamente alla loro frequenza. Sono esclusi, però, dalla sospensione “i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica; i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, nonché le attività scolastiche dei ministeri dell’interno e difesa”.

Il decreto, inoltre, non è limitato al solo ambito didattico, ma prevede una serie di altre misure volte a contenere e limitare il virus; in particolare: sono sospesi incontri, meeting, convegni, manifestazioni e spettacoli di vario genere – sia in luogo privato che pubblico – che prevedano l’affollamento senza garantire la distanza minima di sicurezza di un metro e mezzo tra una persona e l’altra; sono altresì sospesi eventi sportivi di vario genere, così come i viaggi di istruzione, le visite guidate e le uscite didattiche.
Se interessati al testo intero del decreto cliccate: http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/dettaglioAtto?id=73532.

Sono tante, come avete visto, le limitazioni previste per far fronte al coronavirus. Una situazione che sta creando, indubbiamente, parecchio disagio sociale e fastidio.
Il tasso di mortalità si aggira, al momento, al 3,4% dei contagiati. Tuttavia occorre tenere ben a mente che il virus si sta diffondendo con estrema facilità.
Ciò considerato, il consiglio che la nostra redazione vuole darvi è di non sottovalutare la situazione e prendere le dovute precauzioni per impedire il contagio.
Vi raccomandiamo di seguire tutte le norme igieniche consigliate nell’allegato 1 del decreto.
Se rientrati di recente dalle zone con alto rischio di contagio da coronavirus potete compilare la scheda a questo link: https://www.costruiresalute.it/covid-19/scheda_registrazione.php?fbclid=IwAR1I8yJOqGNgwYUCTVcGQhJflbMqqTpYtN3PScCKuSelGecITCghKrhKtRY , un utile strumento di censimento del contagio.

A proposito di Giulio Dino De Bartoli

Classe 89. Laureato presso la LUMSA di Palermo. Ha svolto mansioni di operatore segretariale presso un noto studio legale di Marsala nel quale ha anche svolto la pratica forense. Abilitato alla professione di avvocato il 18 ottobre 2018, iscritto all'albo del Tribunale di Marsala dal 12 febbraio 2019

Vedi anche

Stop al canone RAI in bolletta! Cosa cambia dal 2023?

Dal 2023 il canone RAI non comparirà più in bolletta! Il pagamento del canone rimarrà, …