lunedì , 29 Novembre 2021

Marsala, si conclude la rassegna “A Scurata” a Salina Genna. Tra musica, teatro e spirito di squadra

Foto: Salvatore Sinatra

Si è ufficialmente conclusa la IV edizione della rassegna “a Scurata – cunti e canti al calar del sole” Memorial Enrico Russo, organizzata dal MAC- Movimento Artistico Culturale Città di Marsala. Il teatro a mare “Pellegrino 1880” presso la Salina Genna, ha ospitato numerosi spettacoli di vario genere nel corso di queste settimane: dal jazz al blues, dall’elettronica all’etnica e diverse atmosfere che hanno incantato il pubblico all’interno di una cornice in grado di cambiare colore e forma in ogni attimo. La musica e le rappresentazioni teatrali hanno trovato la loro massima espressione in un contesto unico nel suo genere, che ha messo in contatto diretto l’uomo con la natura, annullando i confini e le sfumature di orizzonti apparentemente indefiniti. E’ stata un’edizione diversa quella di quest’anno della Scurata, rispetto alle precedenti, perché il pubblico si è dimostrato partecipe ed empatico, grazie soprattutto ad un teatro totalmente immerso nell’antica Salina Genna che ha messo l’arte al servizio della natura. Il teatro a mare è stato costruito esclusivamente per l’occasione con 200 posti a sedere realizzati grazie alla Cantina Pellegrino e a Zicaffè, che ha messo a disposizione i cuscini. Come sarà il prossimo teatro a mare? Chi saranno gli ospiti per la prossima edizione? E’ ancora troppo presto per formulare ipotesi a riguardo, in una città che aspetta impaziente i suoi inverni più freddi, le sue stagioni da raccontare, proprio come una bottiglia di buon vino al calar della sera che aspetta i suoi bicchieri da riempire. Il MAC ha saputo raccogliere ancora una volta, con grande rispetto e orgoglio l’enorme eredità culturale che ha lasciato il compianto Enrico Russo. Un messaggio pieno di speranza che ormai portano in dono gli artisti che si esibiscono su quel palco e gli organizzatori, quasi come fosse una sacra reliquia da custodire gelosamente, un messaggio non scritto ma condiviso nello spirito da tutti; ovvero fare squadra, lavorare insieme come una grande famiglia per far coesistere varie realtà in un corpo solo con l’obiettivo di farle crescere, valorizzarle e svilupparle nella propria individualità. Tutti hanno uno spazio, tutti hanno una voce e tutti hanno un valore artistico e culturale. “Questa città va amata, avevo un grande sogno io. Questa città ha bisogno di squadra”. Erano state queste le parole che aveva pronunciato Enrico Russo l’ultima volta alla Salina Genna, mentre le luci lo illuminavano, le acque diventavano uno specchio e il pubblico lo applaudiva. In fondo, che cos’è l’arte se non la massima espressione individuale che viene condivisa e proiettata all’esterno?

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

MARSALA. DA OGGI IN SERVIZIO QUATTRO NUOVI FUNZIONARI A TEMPO DETERMINATO

Hanno preso servizio oggi al Comune di Marsala quattro nuovi funzionari, due dell’area tecnica e …